Admo scende in camp-us. La sensibilizzazione tra i giovani del Politecnico di Bari

Pubblicato il da .

loghettoevento

ADMO SCENDE IN CAMPUSDomani 30 novembre a partire dalle ore 8,00 presso l’atrio coperto “Cherubini” del Politecnico di Bari, si svolge la manifestazione ADMO SCENDE IN CAMP-US organizzata da Admo Puglia Onlus con il Patrocinio del Politecnico di Bari e la collaborazione delle associazioni studentesche LinkStudenti democraticiStudenti indipendenti, Azione universitaria Campus e dell’associazione Punto di Inizio Onlus.
L’evento, si inserisce nel programma operativo di sensibilizzazione alla donazione del Midollo Osseo, tra l’Associazione Admo Puglia, le Universita’ e le Scuole di Puglia, frutto del protocollo da poco stilato tra la stessa Associazione, la Regione Puglia e l’Ufficio scolastico regionale e mira a sensibilizzare maggiornamente gli studenti pugliesi.
“A pochi giorni dalla firma del protocollo” afferma Maria Stea, Presidente Admo Puglia, “questa iniziativa segna l’inizio di un nuovo percorso con gli studenti delle scuole superiori e dell’università come in questo caso. Ringraziamo il Politecnico di Bari per aver dato l’opportunità ad Admo Puglia di fare sensibilizzazione ai giovani studenti. Da questa fattiva collaborazione, ci aspettiamo grande partcipazione ed entusiamo soprattutto tra i giovani”.
Al Presidente Stea fa eco il Rettore del Politecnico Prof. Eugenio Di Sciascio che dichiara, “Partecipiamo a questa iniziativa con grande piacere, nella convinzione di essere chiamati, come Politecnico del Sud Italia, a sostenere il territorio anche nella crescita umana, al pari di quella scientifica e tecnologica. Un plauso particolare ad Admo Puglia, che con questa campagna di sensibilizzazione ha colto perfettamente il nostro spirito di sana collaborazione tra realtà, anche diverse tra loro, per raggiungere obiettivi comuni di grande valore”.
Un fermento positivo si è creato anche tra gli studenti di Poliba che senza esitare hanno sin da subito mostrato di essere disponibili ma soprattutto sensibili alla tematica delle donazioni di midollo osseo.
Per Claudia Panessa, laureanda in Ingegneria, responsabile dell’Associazione Punto d’inizio Onlus di Taranto, questo evento “ADMO è per noi pazienti oncologici una realtà di primaria importanza che merita tutto il nostro rispetto ma soprattutto il nostro impegno. La mia associazione, infatti, si è sempre prodigata per la diffusione della cultura relativa alla donazione di midollo. Io sono una paziente ematologica, con una sorella compatibile al 50%, quindi se la malattia dovesse tornare sarei la prima ad usufruire del vostro lavoro. Dico questo, solo per far capire quanto noi teniamo a questo progetto, perché è qualcosa che veramente salva la vita. In virtù di queste riflessioni, prima di chiudere il mio percorso di laurea ho deciso di lanciare ad ADMO la sfida del 30 novembre. Sia perché ci tenevo a livello personale, sia perché l’università è il posto migliore per poter trovare dei donatori di midollo”.
Per Savino Ingannamorte e Chiara Vitale dell’associazione Link, è “fondamentale per l’intera comunità il continuo e quotidiano lavoro di sensibilizzazione portato avanti da ADMO Puglia sul tema della donazione e del trapianto di midollo osseo. Ci auguriamo che la manifestazione di giovedi 30 novembre sia un modo per sensibilizzare tutte e tutti su una questione come la tipizzazione”.
Importante il lavoro in Puglia quello di Admo… dopo aver raggiunto uno storico traguardo di circa 1500 donatori nel 2016, con 23 mila iscritti totali pugliesi nel registro nazionale dei donatori di midollo osseo (IBMDR), oggi Admo Puglia ha già raggiunto 1500 nuovi tipizzazioni di età compresa tra i 18 e 35 anni e spera di aumentare sempre di più questo numero fino al 31 dicembre, giorno in cui tutti i “contatori della speranza” saranno nuovamente azzerati pronti per ripartire dal 1 gennaio 2018.
“Studenti Democratici, sostiene ADMO Puglia, da sempre impegnata nella ricerca di donatori di midollo osseo, abbracciando  la causa, di fondamentale importanza per la nostra società. Auspichiamo che il nostro sostegno possa portare ad una maggiore sensibilizzazione della comunità accademica” dice Nicola Conenna Presidente di Studenti Democratici.
“Mi é parso subito molto importante nonché doveroso, con i nostri mezzi e presenze, avvicinare questo tema cosi nobile e vitale alla comunità studentesca universitaria che spesso deficita della giusta informazione e analisi sotto tutti i punti di vista, da quello morale a quello scientifico” afferma Vincenzo Coletta di Studenti indipendenti Campus che poi aggiunge “credo fortemente essere queste iniziative, o similari, la chiave fondamentale nella valorosa mission di incoraggiare al gesto della donazione”.
Ad ADMO SCENDE IN CAMP-US, sarà possibile tipizzarsi grazie alla presenza dell’Autoemoteca di Asl/Bari che dalle ore 8 parcheggerà nei pressi dell’atrio coperto del campus, luogo della manifestazione.

Per ulteriori informazioni
Daniele Di Fronzo
Ufficio Stampa Admo Puglia Onlus
press@admopuglia.it / 3203274086;
Luca Barile
Portavoce del Rettore, Politecnico di Bari
luca.barile@poliba.it / 0805962210

Share