Perché Donare?

  1.  E’ stato valutato che in Italia sono necessari circa 1.000 donatori effettivi all’anno, per riportare a vivere altrettanti ammalati di leucemia, thalassemia, immunodeficienze congenite e alcuni casi di tumore solido; per fronteggiare questi grandi numeri è importante avere un elevato numero di iscrizioni, essendo estremamente rara l’uguaglianza genetica del midollo osseo.
  2. La compatibilità tra paziente e donatore si verifica 1 volta su 4 in ambito familiare (solo tra fratelli e sorelle) ma diventa molto rara, 1:100.000 (centomila!), tra individui non consanguinei. Il trapianto è spesso l’unica speranza per provare a cambiare un destino infelice che porta quasi sicuramente alla morte: tale speranza risulta essere legata alla disponibilità da parte di un gran numero di persone a tipizzarsi e diventare così donatori “potenziali”.
  3.  La donazione non è affatto rischiosa; il donatore è tutelato al 100%, sotto ogni aspetto, dall’inizio alla fine. Se hai delle paure leggi qui (link a “non aver paura”  )