Storia

ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo) è nata nel 1990 per volontà di un gruppo di persone fortemente motivate a creare, anche in Italia, una valida banca dati di donatori volontari ed ha come scopo principale quello di informare la popolazione italiana sulla possibilità di combattere la leucemia e altre neoplasie del sangue attraverso la donazione del midollo osseo e del trapianto.

1992

ADMO REGIONE PUGLIA nasce a Foggia ad opera del Dott. Arturo Romondia, Primario Pediatra, con sede presso gli Ospedali Riuniti di Foggia. La sezione regionale venne intestata a “Edvige Di Gioia”, pediatra morta per leucemia.

1995

La sede regionale pugliese si trasferisce da Foggia a Bari e cominciano a nascere le prime sezioni locali. Col tempo il numero delle sezioni cresce fino ad arrivare ad abbracciare tutto il territorio pugliese. Ogni sezione è gestita da un responsabile e da soci volontari che, come da statuto, si operano per diffondere la cultura della solidarietà e della donazione del midollo osseo attraverso incontri divulgativi nelle scuole, nelle parrocchie, nelle associazioni sportive, laddove cioè sia possibile far conoscere l’ADMO soprattutto a persone comprese nella fascia di età idonea per la tipizzazione (18-35 anni).

1996

Ai centri di tipizzazione del Policlinico di Bari e dell’Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo si aggiunge quello dell’Ospedale “V.Fazzi” di Lecce che parte con 111 tipizzati.
ADMO REGIONE PUGLIA diventa lo sponsor “sociale” della squadra di Pallavolo maschile Mater Domini di Castellana Grotte.

1997

Grazie quindi all’attività informativa e divulgativa dei volontari ADMO, cresce il numero degli iscritti al Registro Donatori Midollo Osseo e si iniziano ad avere i primi frutti: in questo anno si segnala in Puglia la prima donazione di midollo osseo da donatore non consanguineo.

2000

Presso gli Ospedali Riuniti di Foggia, si apre il quarto laboratorio di Tipizzazione Tissutale e quasi contemporaneamente si riattiva la sezione locale, che da quel momento in poi recupera gli anni di inattività della sezione stessa raggiungendo diversi importanti obiettivi.

2002

Per la prima volta, un rappresentante della Regione Puglia entra a far parte del Consiglio Nazionale della Federazione Italiana: è Giulio D’Ancona, consigliere regionale e Responsabile della Sezione di Copertino.

2003

ADMO REGIONE PUGLIA PREMIA I SUOI DONATORI . Il 27 novembre 2003 c/o la chiesa LA VALLISA di Bari, splendida chicca nel cuore del borgo antico della città, vengono premiati 11 donatori effettivi di Midollo Osseo. L’iniziativa è stata voluta per dare un segno tangibile dell’importanza dei donatori…perché donare è una realtà…. è un dovere. Un’emozione forte per i donatori che ricevono la loro “targa ricordo” così come quella dei “poveri ed invidiosi spettatori” nell’assistere a quell’esplosione di gioia.
La manifestazione ha avuto come compagna costante la “Musica”, grazie agli alunni (pianisti e cantanti liriche) del Conservatorio “N. Piccinni “ con la guida del Maestro Valfrido Ferrari.

2004

Partnership con il MTV: Admo diventa il beneficiario della iniziativa “Il Calice Della Solidarietà”. Una parte del ricavato della vendita dei calici di vetro viene messo a disposizione della nostra Associazione e quindi utilizzata sia per le attività istituzionali sia per l’acquisto di strumentazioni per i Laboratori di Tipizzazione Tissutale. Il primo evento realizzato in collaborazione con MTV è “Calici di Stelle” svoltosi nella meravigliosa cornice Tranese nella notte delle stelle…. il 10 di agosto giorno di San Lorenzo.

2005

Nel mese di settembre ancora altre due donazione effettuate c/o il Policlinico di Bari da due donatori volontari…. Si continuano a raccogliere i frutti ma il lavoro è ancora molto lungo.